TESTOLINE: NATURA, UN GRANDE GIORNO DI NIENTE

Diciamoci la verità. L’arrivo della primavera quest’anno ce lo eravamo immaginati tutti un po’ diverso eh.
Ma non ci resta che prendere atto di come sono andate le cose e fare con quello che abbiamo, quindi continuiamo a guardare le magnolie fiorite affacciandoci alle finestre di casa e portiamo dentro casa la natura sfogliando gli albi illustrati che vi proponiamo questo mese.
Pronti, via!

UN GRANDE GIORNO DI NIENTE, testo e illustrazioni di Beatrice Alemagna, Topipittori

La scuola è finita e un bambino, isolato nella sua casa in campagna, si trova ad affrontare giornate lunghissime e noiose perché, tragedia delle tragedie, ha perso il suo videogioco. La mamma è immersa fino al collo nello smart-working, troppo presa dalle scadenze per potergli dare retta…Vi dice niente?
Ecco che arrivano l’insofferenza, poi lo smarrimento, infine la rabbia.La svolta arriverà dalla fortuna di vivere ai margini di un bosco , questo gli varrà il biglietto per una meravigliosa avventura che saturerà tutti gli angoli del “tempo vuoto”.
La Alemagna ancora una volta ci porta nel suo mondo incredibile e dai contorni sfumati. Ci mostra come, a partire da un sacrosanto garbuglio di noia, i bambini usino le proprie risorse interiori per generare autointrattenimento, fabbricare idee e creare vere e proprie narrazioni.
Un grande giorno di niente è la natura che da perfetta sconosciuta si trasforma in preziosa alleata. È la scoperta di un’isola del tesoro. È l’unicità del quotidiano.
Che in questo caso profuma di pioggia.

“Medico con decennale esperienza dietro al bancone del bar, prepara ottimi cocktail di farmaci. Nata stanca, ha la presa salda della madre, rigira bene le frittate e appena viene verde le suonano il clacson”

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories