By

Il Viandante
Il sentiero dello schiavo     Hévié, 17 Luglio 2013     <Sono ancora sano e salvo, anche se parecchio malconcio. Qui l’acqua è davvero letale! È bastato davvero un misero bicchiere per stendermi, altro che la ‘diarrea del viaggiatore’, qui ho rischiato la pelle! Vi lascio immaginare lo scempio, un vero e proprio patimento, avanti e...
L’oceano atlantico Hévié, 10 Luglio 2013, ore 8:30     <Finalmente posso indossare gli abiti tradizionali fatti su misura per me. La sorella di Eusebe ha fatto un vero capolavoro. E pensare che per riscaldare il ferro da stiro che utilizza deve inserirgli le braci ardenti; è come uno di quelli che avevo solo visto abbandonati...
CAPITOLO 9: Il baobab del vudù     Hévié, 10 Luglio 2013     <Pensavo non sarebbe mai successo, ma le giornate hanno iniziato a volare.Negli ultimi due o tre giorni mi sono per lo più rilassato, approfondendo la conoscenza con i fratelli di Eusebe. Passiamo la gran parte del tempo giocando a biglie o Ludo. La...
CAPITOLO 8     Aguégués, 6 Luglio 2013, ore 7:00     <Controllo tutto accuratamente e, non vedendo niente, decido di tentare: d’altronde ho davvero necessità di lavarmi. Anche qui l’acqua è fredda, ma mi godo la doccia finché non sento un rumore. La piletta sotto i miei piedi inizia a muoversi; provo ad ingannare la mente...
Aguégués, 5 Luglio 2013, ore 6:15     <Una cantilena accompagnata da musica rumorosissima mi ha tolto il sonno. Sono curioso di scoprire da dove proviene questa litania, ma Eusebe ancora dorme. Non ho riposato granché, senza cuscino né lenzuolo: mi sono sentito molto spoglio. Inoltre ho due pizzicotti sulla gamba, speriamo non siano infetti. Mi...
CAPITOLO 6     Aguégués (/Agheghè/), 4 Luglio 2013     <Scrivo da dentro una zanzariera che mi copre come un baldacchino. Io ed Eusebe (anch’esso protetto da una rete che abbiamo fissato con chiodi alla parete) dormiamo su materassi posati sul pavimento. Qui la malaria incombe e io sono spaventato malgrado le pastiglie che, da profilassi,...
CAPITOLO 5 Abomey, 3 Luglio 2013 <Non c’è tempo per il ‘baobab del Vudù’, ci attende un lungo spostamento. 130 km, 3 ore di viaggio: la viabilità qui non è il pezzo forte, anche solo spostarsi diventa un esperienza. Partenza all’alba con auto prestata dalla facoltosa nonna di Elvè, grande amico e compagno di seminario...
Hévié, 1 Luglio 2013 <Anche questa sera scrivo a lume di candela. I cavi dell’alta tensione sono come liane e la strada una giungla. Devi continuamente schivare quelli che penzolano ad altezza testa, poiché i pali che li sorreggono  (assomigliano a lunghi rami trovati in spiaggia), non di rado sono pericolosamente inclinati. Non potrebbe essere...
La madre di Eusebe, una signora affettuosa e confortante, mi preparò una tipica colazione locale: avocado e cipolle, accompagnato da “pain chaud”; un abbinamento davvero azzeccato. La lingua ufficiale, essendo stata colonia fino al 1960, è il Francese. Trovo molto rassicurante sentire ogni mattina le venditrici che, con il loro cesto, tenuto in perfetto equilibrio...
La ricerca dell’acqua sotterranea Fui svegliato dal canto di un gallo. Era la mia prima mattina in Africa; ero eccitato, non stavo nella pelle; mi vestii in fretta e furia e andai in strada. L’umidità continuava a rendere l’aria densa, il cielo grigio e pesante, la radura  si dipanava a perdita d’occhio, nessun palazzo bloccava...
1 2

Chi è Pellicano?


Impegnato divulgatore di alternative, il Pellicano si propone come piattaforma di condivisione di progetti, idee e informazioni volte ad ampliare la curiosità del lettore e i suoi orizzonti.

more about me

Popular Post

Cronaca del solito massacro
11/02/2019

Articoli recenti

, ,
COME CI SIAMO ADATTATI… COME SIAMO SEMPRE STATI
08/08/2020
, , ,
Una Venezia segreta senza turisti
03/08/2020

Instapellicano

Instagram did not return a 200.

Cartoon Dal Cane

My New Stories