BACKSTAGE SIPOLO

Sabato 9 marzo è il turno di Alessandro Sipolo sul palco di Officina MECA.

Classe ’86, dalla provincia di Brescia, Alessandro è un cantautore sincero dalla voce profonda.

Nel 2013, al ritorno da un lungo viaggio tra Cile, Bolivia, Argentina e Perù, porta con sé un bagaglio nutrito di contaminazioni e storie che metterà in musica nel suo primo album Eppur bisogna andare, prodotto dallo storico chitarrista di Fabrizio De André, Giorgio Cordini. Una prima fatica degna di nota, specchio di una contemporaneità segnata dalla crisi, che vince il Premio Beppe Gentile l’anno successivo come miglior album d’esordio.

Nel 2015 esce Eresie, sotto l’occhio di Cordini e Taketo Gohara. Alessandro ragiona sulle necessità del solito disastrato mondo contemporaneo attingendo da diversi generi grazie ad importanti collaborazioni; da Ellade Bandini a Alessandro “Finaz” Finazzo (Bandabardò), per citarne un paio. Quello di Eresie è un tour acclamato dalla critica che, non solo gli permette di aprire live di nomi illustri come Bandabardò, Tre allegri ragazzi morti, Gang e Mau Mau, ma fa rientrare l’album tra i finalisti per la Targa Tenco 2016 come “miglior disco assoluto”, e la sua “Comunhão Liberação” tra i 50 brani finalisti nella categoria “miglior canzone”.

Nel 2017 Sipolo è uno dei quattro vincitori di Musicultura con la sua “Cresceremo anche noi”, presentata su Rai 1, mentre nel 2018 rappresenta l’Italia a Dijon, a ItaliArt, insieme ad artisti come Erri De Luca e Bobo Rondelli, e successivamente a Parigi.

A Ferrara presenta il suo neonato Un altro equilibrio, per laPOP e Freecom.

Solite informazioni tecniche: apertura porte h.21 e ingresso riservato ai soci ARCI.  L’adesione ad ARCI può essere effettuata online sulla pagina Facebook Officina MECA o direttamente in sede, viale Cavour 189. Per la serata, contributo all’ingresso di 8 euro.

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories