BAGDAD CAFÉ (Out of Rosenheim)

Si sa: il caffè è un elemento essenziale per la specie umana.

Il modo in cui si beve ‘fa’ casa, ed è sempre più buono quello cui si è abituati rispetto a quello dei vicini. Altro che nazionalismo, quando si parla di caffè si schierano bandiere e si urla alla bestemmia!

Su questo pensiero il regista Percy Adlon costruisce un film che parla dell’incontro di due donne e di come il contatto tra usanze e, perché no, tra culture diverse, porti ad affrontare la vita (e i problemi che essa comporta) tramite nuovi punti di vista.

Jasmin*, turista tedesca, decide di lasciare macchina e marito in un punto intermedio tra Disneyland e Las Vegas.  Dopo qualche chilometro di deserto trova una stazione di servizio con bar e motel. 
A gestire il Bagdad Café c’è Brenda**, immersa nella confusione di chi è troppo stanco per prendersi cura di sé.

I dubbi che entrambe le donne nutrono sulla provenienza dell’altra aprono un susseguirsi di simpatiche situazioni, generate da un interagire maldestro e alimentate da pregiudizi quasi caricaturali.

A fare da cornice ci sono una serie di personaggi pittoreschi, tra familiari di Brenda e clienti ‘habitué’ del motel, che ne arricchiscono la trama.

Questo è un film che attraverso il racconto di fatti semplici riesce a collegarsi direttamente al cuore delle persone: la semplicità della regia, della colonna sonora (valsa al film la candidatura a un Oscar per miglior brano originale) e l’umanità dei personaggi rendono questo film, del 1987, sempre attuale.

La musica accompagna le scene in modo delicato, lungo il film suona più volte ‘Calling You’ di Jevetta Steele, canzone di cui in seguito sono state fatte numerose cover (tra cui quella di Jeff Buckley e quella di Paul Young).

Non importa quante volte si riguardi il film, ci si trovano sempre nuovi spunti di riflessione.

Bagdad Café ci ricorda che per vivere sereni basta applicare la filosofia del ‘vivi e lascia vivere’ e che spesso il tempo impiegato nel giudizio altrui è tempo che togliamo a noi stessi.

Una commedia singolare e filo-femminista, tenera ed ironica allo stesso tempo che ci regala gli strumenti per affrontare al meglio una giornata storta.

Titolo originale: Out of Rosenheim
Paese di Produzione: Germania, US
Anno: 1987
Durata: 112’
Genere: Commedia, Drammatico
Regia di: Percy Adlon
Cast principale: Marianne Sagebrecht, CCH Pounder, Jack Palance, James Gammon

* Interpretata da Marianne Sagebrecht che qualche anno pima aveva reitato con lo stesso regista in ‘Sugar Baby’.

** Interpretata da CCH Pounder.

My New Stories