Lord Madness – biggerz than hip hop

È Lord Madness a rinfrescare di rime e contenuti underground l’ ultima torrida Domenica di Giugno.

Romano del nomentano, nei testi che scrive racconta il legame al suo territorio e alla comunità che lo abita, come un abile carpentiere del Rap incastra tecniche e istinto e la struttura regge da un ventennio. Un ventennio di esplorazione, di sguardi buttati oltre l’Oceano e le ore che voraci di cogliere anche il divertimento dei musicisti americani nell’uso del lessico in rima, sudando per creare gli stessi virtuosismi con la lingua italiana, alzando anche le mani a volte, scoprendo che la nostra grammatica chiede severa costanza nel fast rappin’ da incastrare sulle note nella nostra lingua madre, alternata allo slang americano che soddisfa l’urgenza melodica che bussa alla porta.

Limiti che diventano nuovi punti di partenza, come la palla sul terreno di gioco, che a volte si ferma proprio sui piedi dell’avversario ma con abile dribbling consente all’azione di potersi ancora concludere tra i pali. Ecco, Lord Madness non si stanca di strizzarla la nostra lingua, fino alla sua ultima goccia di succo, che scorre sulla musica e bagna ogni avvallamento scavato dai beats. Tantissime le collaborazioni nazionali e straniere con cui si è confrontato, ma tutto nasce nel quartiere, dalla strada frequentata nel tempo libero e dai pezzi rap italiani che suonano nell’aria famosi, a cavallo tra i ’90 e i 2000, e che lo spingono a fare ricerche. Non ci sono posse o conoscenze precedenti nella sua storia, il Rap e il sound dell’Hip Hop se li è andati a cercare lui, trovandoli in pezzi da solista, in featurings di livello e da membro degli RH Negativo, degli Inquilini e della Carati, dove tra gli altri suona ancora con Brain, che considera un fratello.

Lord Madness si concederà alla solita chiacchierata, intanto già disponibile sul canale YouTube di Biggerz than Hip Hop l’intervista a Dj Fastcut, nella morsa dell’afa estense sempre al Black Star, sempre tra gente che se salta la musica per il sovraccarico elettrico allora sarà pronta a tenere il tempo del live a ritmo di clapping. Anche questa è freschezza.

" Venditrice di vestiti colorati, deve sempre stare attenta al tono di voce tropo alto e alla naturale propensione alla gaffe tragicomica. Curiosissima e logorroica, ama profondamente il mare e le si velano regolarmente gli occhi di commozione ogni volta che assiste al blocco del traffico per creare il corridoio di passaggio all'ambulanza."

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories