SESSIONE SELECTION

Ci sono due tipi di persone quando si parla di studio: quelli che vogliono il silenzio assoluto e maledicono anche le mosche quando passano e quelli che invece accompagnano le ore ascoltando musica. Se fate parte della prima categoria, potete fare di questa playlist ciò che volete. Noi, appartenenti all’altra categoria, la useremo come base per sviluppare i nostri ragionamenti.
Ma come si fa a non essere distratti e anzi, concentrarsi ancora di più con la musica in sottofondo?

Certo, è inevitabile che la bellezza di un pezzo che ascoltiamo a volte distrae, ma non è una bellissima distrazione? Anziché cazzeggiare bellamente col telefono, ci fermiamo ad ascoltare.

Però al di là delle più poetiche giustificazioni che diamo al fatto che ascoltiamo la musica mentre studiamo, possiamo dirlo: allevia la sofferenza delle ore che impieghiamo sui libri. E’ vero sì, studiare è bello e blablabla ma l’innegabile verità è che è fatica.

In onore di ciò, abbiamo creato una playlist prevalentemente strumentale e che si adatta a tutte le vostre personalità: passiamo da Stan Getz e Joao Gilberto a J Dilla ai Colour Haze a Mozart. Senza mancare di rispetto ai più ordinati di noi, ai quali verrà uno spasmo a vedere questi nomi accostati, ci auguriamo possano portarvi in spazi della mente che ancora non conoscevate e farvi venire delle idee geniali (o farvi fare dei viaggioni mostruosi).

Impegnato divulgatore di alternative.

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories